Sondaggio

Vota le richieste raccolte alla Festa di Primavera: quali ritieni prioritarie?
7% 7% [ 1 ]
21% 21% [ 3 ]
14% 14% [ 2 ]
14% 14% [ 2 ]
21% 21% [ 3 ]
21% 21% [ 3 ]

Voti totali : 14

I postatori più attivi del mese


    Baby ladri in fuga, tuffo nel Brenta

    Condividi
    avatar
    SectorNoLimits
    Consigliere, Super-Moderatore
    Consigliere, Super-Moderatore

    Messaggi : 356
    Data d'iscrizione : 25.07.11
    Età : 48

    Baby ladri in fuga, tuffo nel Brenta

    Messaggio Da SectorNoLimits il Ven 13 Gen 2012 - 18:41

    Assalto col tombino alla tabaccheria di Pontevigodarzere Due dei tre erano già stati arrestati domenica a Fiesso

    Hanno infranto la vetrata della tabaccheria con il coperchio in ghisa di un tombino, dando poi il via alla razzia. E quando hanno visto arrivare la pattuglia dei carabinieri, hanno pensato bene di fuggire buttandosi nelle gelide acque del Brenta. Due ragazzi rumeni di 19 e 20 anni sono stati prima salvati e poi arrestati dai militari dell’Arma, che li hanno portati in pronto soccorso con un principio di assiderazione. Ciò che rende odiosa questa storia però è l’antefatto: i due ladri infatti domenica notte erano già stati arrestati a Fiesso d’Artico (Venezia) per lo stesso tipo di furto, sempre col tombino, sempre in una tabaccheria. Martedì mattina sono usciti dal carcere e la notte stessa cos’hanno fatto? Un nuovo furto, sempre col tombino, sempre in una tabaccheria.
    L’ASSALTO. Adrian Marcel Lupu, 19 anni, Gabriel Ionut Serba, 20 anni e Ionut Cosmin Marcu, 25 anni, tutti rumeni, l’altra notte hanno preso di mira la tabaccheria di via Pontevigodarzere 118, gestita da Francesca Baracco. Dopo aver infranto la vetrata sono entrati all’interno, mettendo mano al registratore di cassa e agli scaffali. Subito però è partito l’allarme anti-furto. Un passante, poco lontano dal negozio, ha sentito la sirena e si è preoccupato di segnalare l’anomalia ad una pattuglia dell’Arma in servizio in quel momento. I carabinieri si sono lanciati sul posto con sirene e lampeggianti accesi. Quando i tre ragazzini si sono resi conto che stavano arrivando le forze dell’ordine sono scappati in direzione dell’argine. E quando hanno compreso di avere i militari alle calcagna, due di loro si sono tuffati in acqua, mentre il terzo si è nascosto tra i cespugli. Tra l’altro prima di iniziare la traversata a nuoto, hanno tolto magliette, scarpe e pantaloni per rendere più agevoli i movimenti. Volevano arrivare alla sponda opposta ma il gelo li stava immobilizzando. All’altra sponda del fiume dunque è giunta un’altra gazzella dell’Arma e i militari in servizio li hanno soccorsi, aiutandoli a risalire.
    ASSIDERATI. I due giovani sono arrivati in pronto soccorso con un principio di assiderazione. Sono stati visitati dai medici e riscaldati ma dopo qualche ora sono stati trasferiti in caserma e successivamente in carcere.
    INDAGINI. Agli investigatori hanno raccontato di aver rubato circa 1.300 euro ma di averli persi durante la nuotata. La titolare della tabaccheria sta facendo l’inventario per stabilire con precisione cosa è statorubato. Nel frattempo dovrà provvedere a riparare tutti i danni fatti.
    IL PRECEDENTE. Ionut Cosmin Marcu e Adrian Marcel Lupu nella notte tra domenica e lunedì hanno assaltato la tabaccheria «Mirco sport & games» in via Riviera del Brenta al civico 175, lungo la strada Brentana, a Fiesso d’Artico. Nella stessa notte sono stati arrestati dai carabinieri di Stra. Processati con rito direttissimo in Tribunale a Venezia, sono stati condannati a 1 anno e 4 mesi di reclusione, pena sospesa. Non appena hanno riavuto la libertà, hanno scelto ancora una volta le strade della malavita.



    Data: 12 gennaio 2012
    Fonte: Il Mattino di Padova
    Firma: Enrico Ferro


    _________________
    Sector... No Limits!
    Reteprogettista fondatore

      La data/ora di oggi è Sab 21 Lug 2018 - 3:39