Sondaggio

Vota le richieste raccolte alla Festa di Primavera: quali ritieni prioritarie?
7% 7% [ 1 ]
21% 21% [ 3 ]
14% 14% [ 2 ]
14% 14% [ 2 ]
21% 21% [ 3 ]
21% 21% [ 3 ]

Voti totali : 14

I postatori più attivi del mese


    Contro crisi e degrado all'Arcella nasce il Movimento del Sorriso

    Condividi
    avatar
    SectorNoLimits
    Consigliere, Super-Moderatore
    Consigliere, Super-Moderatore

    Messaggi : 356
    Data d'iscrizione : 25.07.11
    Età : 49

    Contro crisi e degrado all'Arcella nasce il Movimento del Sorriso

    Messaggio Da SectorNoLimits il Mar 10 Gen 2012 - 17:16

    A Padova l'iniziativa di un gruppo di giovani del quartiere che alle fermate del tram hanno appeso manifesti con brevi frasi e messaggi scritti a mano. Michele e Anna: «Io sorrido perché è il gesto più spontaneo e ci unisce»

    PADOVA. Si autodefiniscono Movimento del Sorriso. Sono i ragazzi che in questi giorni hanno tappezzato i tabelloni di quasi tutte le fermate del tram dell’Arcella - dal capolinea Nord di Pontevigodarzere sino alla Stazione - con piccoli manifesti, scritti a mano con un pennarello nero, in cui inneggiano ai valori della gioia, della solidarietà e, in genere, alla bellezza della vita. Un'iniziativa che sembra voler dare il via a un'azione per il riscatto di un quartiere che negli ultimi tempi si è ritrovato in crisi, alle prese com'è con seri problemi legati all'immigrazione. Insomma, un sorriso anche per provare a uscire dal degrado in cui - a sentir molti - si caduta l'Arcella.
    Alla fermata San Carlo, quella davanti al Bingo Arcobaleno, ad esempio, una certa Sofia scrive: «Io sorrido perché ho voglia di sorridere». A quella della Stazione, invece, Michele e Anna scrivono: «Io sorrido perché è il gesto più spontaneo e ci unisce».
    Più intellettuale e cinematografico il messaggio lasciato da Silvia alla fermata Dazio (quella tra l’ufficio postale e l’edicola ): «Sorrido perché oggi ho conosciuto Patch Adams, che mi sta insegnando a far sorridere i bambini». Il riferimento, naturalmente, è al film del regista Tom Shadyac e interpretato dal bravissimo Robin Williams (1998). Un film che, in pratica, ha introdotto anche in Italia la cultura del sorriso, specialmente nel mondo dei degenti ospedalieri, facendone anche un messaggio pedagogico contro ogni tipo di dolore e di situazione patologica.
    Scontato l’effetto che le frasi scritte alle fermate sui cittadini in attesa del tram. Quasi tutti gli utenti di Aps Holding commentano positivamente, spesso con un sorriso pieno stampato sul volto. «Ma sì - sottolinea Antonio Stevanin, un giovane residente in Prima Arcella, che spesso va in tram in stazione, dove lavora da anni - noi residenti avevamo proprio bisogno di questa filosofia di base che inneggia alla vita, al sorriso e a tutte le cose belle che ci circondano, visto che in questo quartiere di cose brutte e negative ne abbiamo davvero tante. Tra l’altro sono messaggi che mi piacciano moltissimo, perché sono un fans di Jovannotti e mi ricordano la sua bellissima canzone... sono positivo perché son vivo».



    Data: 10 gennaio 2012
    Fonte: Il Mattino di Padova
    Firma: Felice Paduano


    _________________
    Sector... No Limits!
    Reteprogettista fondatore

      La data/ora di oggi è Mer 17 Ott 2018 - 9:35