Sondaggio

Vota le richieste raccolte alla Festa di Primavera: quali ritieni prioritarie?
7% 7% [ 1 ]
21% 21% [ 3 ]
14% 14% [ 2 ]
14% 14% [ 2 ]
21% 21% [ 3 ]
21% 21% [ 3 ]

Voti totali : 14

I postatori più attivi del mese


    «Creare un polmone verde nell’area dell’ex Saimp»

    Condividi
    avatar
    SectorNoLimits
    Consigliere, Super-Moderatore
    Consigliere, Super-Moderatore

    Messaggi : 356
    Data d'iscrizione : 25.07.11
    Età : 48

    «Creare un polmone verde nell’area dell’ex Saimp»

    Messaggio Da SectorNoLimits il Lun 12 Dic 2011 - 8:09

    PONTEVIGODARZERE
    L’area Saimp non è sola quella dove è stato realizzato il nuovo Interpar, tra i rioni San Carlo e Pontevigodarzere e sono state costruite le due rotonde, che regolano il traffico. Lo spazio sotto la tangenziale nord e l’autostrada è anche quello che si affaccia sulla ristrutturanda Villa Lanza e sull’incrocio tra via Ferrero e via Pontevigodarzere. Tra i due lati dell’area oggi c’è la stessa differenza tra il giorno e la notte. Sul lato ovest è tutto in ordine. Sul lato est, nonostante le proteste dei residenti e dei passanti, permane un paesaggio lunare, che, quando piove, diventa un vasto pantano, che, dopo la pioggia, si trasforma in una palude melmosa e in acquitrini puzzolenti.
    Negli ultimi tempi numerosi cittadini hanno segnalato il degrado ambientale ai vigili ed anche al Comune, ma il colpo d’occhio sotto la tangenziale rimane lo stesso di sei anni fa. Ma adesso scendono in campo i consiglieri del Partito Democratico della Circoscrizione Nord: «Dopo l’apertura dell’Interspar e dell’imminente riapertura di Villa Lanza, ci sono tutte le condizioni per realizzare sul lato est dell’area Saimp un vero e proprio bosco urbano, con piante varie ed alberi di alto fusto, che potrebbe diventare, la Porta Nord della città anche per tutti gli automobilisti che scendono dalla tangenziale. Visto che le risorse del Comune sono, purtroppo, quelle che sono, il sindaco Zanonato potrebbe chiedere una mano sia all’Autostrada Brescia-Padova, che poi è la stessa società che ha finanziato la tangenziale che arriva da Limena e da Vigonza e sia al Gruppo Despar, che, ha tutti gli interessi per accogliere i clienti automobilisti dell’Intespar in un ambiente più bello e con più verde rispetto a quello attuale».

    Data: 9 dicembre 2011
    Fonte: Il Mattino di Padova
    Firma: (f.pad.)


    _________________
    Sector... No Limits!
    Reteprogettista fondatore

      La data/ora di oggi è Sab 21 Lug 2018 - 3:32